La nostra Marx

“Un’appropriazione indebita e fieramente eretica dell’ereditĂ  marxiana, addirittura queer, se si pensa alla carica provocatoria di quel «miss» collocato proprio di fronte al nome-trademark del filosofo tedesco.”