SuperNove

Il sacrosanto diritto di essere stanche
Il sacrosanto diritto di essere stanche

"L’Italia è quello strano paese in cui devono succedere catastrofi, come quella dell’Ospedale Pertini di Roma, per riconoscere e vedere un problema vecchio come il mondo. In questi giorni il Paese è sotto shock per la morte del piccolo neonato, di soli 3 giorni, soffocato dallo stesso corpo che gli ha dato la vita. Asfissiato dal peso della stanchezza di una neo mamma, che si è addormentata mentre allattava la sua piccola creatura, senza aver nessun* accanto."

È davvero arrivato il momento di legalizzare la prostituzione?
È davvero arrivato il momento di legalizzare la prostituzione?

"Dobbiamo, di fronte a una modifica legislativa che si rende necessaria, interrogarci come popolo, e scegliere come porci dinanzi al fenomeno specifico del sex-working (che include oggi la prostituzione e in particolar modo quella di donne straniere e bambine, come anzidetto fetta di mercato più ambita), valutando e (se è il caso) superando tutti i tabù etici morali che hanno finora ancorato lo Stato al modello abolizionista."

“Tutto chiede salvezza”, istruzioni per l’uso
“Tutto chiede salvezza”, istruzioni per l’uso

"Tutto chiede salvezza perché tutti, in un modo o nell’altro, hanno bisogno di aiuto, di essere salvati dalle loro paure, dalle loro fragilità, dalle loro insicurezze".

Liberə tuttə… forse!
Liberə tuttə… forse!

“Cos’è la libertà se non la facoltà di poter esprimere il nostro io interiore, una nuvola di possibilità che ci gira intorno?
Eppure, ancora oggi, la libertà di essere se stessi è quasi un lusso!”

Salute riproduttiva della donna: contraccezione, contraccezione d’emergenza e interruzione di gravidanza – di cosa parliamo?
Salute riproduttiva della donna: contraccezione, contraccezione d’emergenza e interruzione di gravidanza – di cosa parliamo?

"La salute riproduttiva della donna è un tema quanto mai caldo, tuttavia sovente gravato da una scarsa conoscenza riguardo sia gli aspetti medico-biologici, che quelli normativi."

Bella la Calabria, ma tu (non) ci vivresti?
Bella la Calabria, ma tu (non) ci vivresti?

Esistono più Calabrie, quella che rassegnata scappa e va via tornando solo per le vacanze estive, quella che resta, non agisce e si lamenta di essere nata in una terra ricca e allo stesso tempo misera, e poi c’è la Calabria che resta e che nonostante questo, resiste, ma forse non si sa raccontare.

Perdonami padre perché ho peccato
Perdonami padre perché ho peccato

"Ho letto il Cantico dei Cantici, ho pensato alle estasi dei santi che i teologi stessi paragonano ad un orgasmo, ho pensato alla Maddalena. Avevo bisogno di giustificare quel senso di colpa, che puntualmente spariva ad ogni suo abbraccio."

Giovani lavoratori: viziati o solo stanchi?
Giovani lavoratori: viziati o solo stanchi?

"Ciò che ci preme di più, come generazione di giovani che si approcciano, al mondo lavorativo è riuscire a bilanciare la qualità del lavoro con la qualità della vita"

Non è resistenza: è strumentalizzazione.
NON È
RESISTENZA
È
STRUMENTALIZZAZIONE

Nel frattempo , la guerra va avanti da un mese. Si dirà, con fare di maestosa eroicità, che l’Ucraina resiste. Quante volte lo stesso presidente Zelensky ha invocato la memoria storica della resistenza? Eppure, temo tristemente che questa memoria venga sempre più spesso strumentalizzata e fatta rivivere per scopi impropri.

previous arrow
next arrow
Il sacrosanto diritto di essere stanche
Il sacrosanto diritto di essere stanche

"L’Italia è quello strano paese in cui devono succedere catastrofi, come quella dell’Ospedale Pertini di Roma, per riconoscere e vedere un problema vecchio come il mondo. In questi giorni il Paese è sotto shock per la morte del piccolo neonato, di soli 3 giorni, soffocato dallo stesso corpo che gli ha dato la vita. Asfissiato dal peso della stanchezza di una neo mamma, che si è addormentata mentre allattava la sua piccola creatura, senza aver nessun* accanto."

È davvero arrivato il momento di legalizzare la prostituzione?
È davvero arrivato il momento di legalizzare la prostituzione?

"Dobbiamo, di fronte a una modifica legislativa che si rende necessaria, interrogarci come popolo, e scegliere come porci dinanzi al fenomeno specifico del sex-working (che include oggi la prostituzione e in particolar modo quella di donne straniere e bambine, come anzidetto fetta di mercato più ambita), valutando e (se è il caso) superando tutti i tabù etici morali che hanno finora ancorato lo Stato al modello abolizionista."

“Tutto chiede salvezza”, istruzioni per l’uso
“Tutto chiede salvezza”, istruzioni per l’uso

"Tutto chiede salvezza perché tutti, in un modo o nell’altro, hanno bisogno di aiuto, di essere salvati dalle loro paure, dalle loro fragilità, dalle loro insicurezze".

Liberə tuttə… forse!
Liberə tuttə… forse!

“Cos’è la libertà se non la facoltà di poter esprimere il nostro io interiore, una nuvola di possibilità che ci gira intorno?
Eppure, ancora oggi, la libertà di essere se stessi è quasi un lusso!”

Cosa vuole comunicarci la politica social? Le strategie della Destra e della Sinistra
Cosa vuole comunicarci la politica social? Le strategie della Destra e della Sinistra

Manca poco ad una delle elezioni politiche più importanti della storia repubblicana. Come hanno curato la loro campagna social i partiti politici e i loro leader? Qui la coalizione di centrodestra e centrosinistra.

Come la comunicazione dei politici ti frega
Come la comunicazione dei politici ti frega

A fronte dell'amplificazione delle capacità di raggiungere tutti grazie ai moderni mezzi di comunicazione, la politica è sempre più altra da sè. In cosa si sono trasformati eletti ed elettori?

Salute riproduttiva della donna: contraccezione, contraccezione d’emergenza e interruzione di gravidanza – di cosa parliamo?
Salute riproduttiva della donna: contraccezione, contraccezione d’emergenza e interruzione di gravidanza – di cosa parliamo?

"La salute riproduttiva della donna è un tema quanto mai caldo, tuttavia sovente gravato da una scarsa conoscenza riguardo sia gli aspetti medico-biologici, che quelli normativi."

Bella la Calabria, ma tu (non) ci vivresti?
Bella la Calabria, ma tu (non) ci vivresti?

Esistono più Calabrie, quella che rassegnata scappa e va via tornando solo per le vacanze estive, quella che resta, non agisce e si lamenta di essere nata in una terra ricca e allo stesso tempo misera, e poi c’è la Calabria che resta e che nonostante questo, resiste, ma forse non si sa raccontare.

Perdonami padre perché ho peccato
Perdonami padre perché ho peccato

"Ho letto il Cantico dei Cantici, ho pensato alle estasi dei santi che i teologi stessi paragonano ad un orgasmo, ho pensato alla Maddalena. Avevo bisogno di giustificare quel senso di colpa, che puntualmente spariva ad ogni suo abbraccio."

Giovani lavoratori: viziati o solo stanchi?
Giovani lavoratori: viziati o solo stanchi?

"Ciò che ci preme di più, come generazione di giovani che si approcciano, al mondo lavorativo è riuscire a bilanciare la qualità del lavoro con la qualità della vita"

previous arrow
next arrow

Sii Nova

Fai nova

Pensa Nova

Articoli Recenti

Vuoi sapere chi siamo?

Iscriviti alla nostra newsletter

Dispaccio

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter e ricevere ogni Domenica le notizie della settimana e ciò che ti sei perso su Nova

Nova è casa,
Relazione,
Voglia di mettersi in discussione.
È diversità, confronto e argomentazione,
Voglia di cambiare le cose.
Respirare Bellezza.

Possiamo Farlo Qui Tutti Insieme!
Puoi farlo anche tu!
Vieni e fai parte anche tu di Nova

Bella la Calabria, ma tu (non) ci vivresti?

Esistono più Calabrie, quella che rassegnata scappa e va via tornando solo per le vacanze estive, quella che resta, non agisce e si lamenta di essere nata in una terra ricca e allo stesso tempo misera, e poi c’è la Calabria che resta e che nonostante questo, resiste, ma forse non si sa raccontare.

Perdonami padre perché ho peccato

“Ho letto il Cantico dei Cantici, ho pensato alle estasi dei santi che i teologi stessi paragonano ad un orgasmo, ho pensato alla Maddalena. Avevo bisogno di giustificare quel senso di colpa, che puntualmente spariva ad ogni suo abbraccio.”

Caro Brunetta, “tu che c**** parli?”

“Il lavoro, quindi, oggi non è più inteso come espressione della dignità umana perché oggi assurge alla sfera della consumazione personale e non, invece, della persona.”

LA NOSTRA ATTUALITÀ
LA TUA FINESTRA SUL MONDO

Il sacrosanto diritto di essere stanche

“L’Italia è quello strano paese in cui devono succedere catastrofi, come quella dell’Ospedale Pertini di Roma, per riconoscere e vedere un problema vecchio come il mondo. In questi giorni il Paese è sotto shock per la morte del piccolo neonato, di soli 3 giorni, soffocato dallo stesso corpo che gli ha dato la vita. Asfissiato dal peso della stanchezza di una neo mamma, che si è addormentata mentre allattava la sua piccola creatura, senza aver nessun* accanto.”

Continua »

Nova è uno sguardo nel mondo

Scopri le nostre pagine
di Scrittura Creativa

“Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino. Noi leggiamo e scriviamo poesie, perché siamo membri della razza umana. E la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita!”

La poesia è un atto di pace

“Di seguito il piccolo contributo di NOVA, per celebrare ciò che di bello esiste non soltanto in noi, ma in un mondo che la poesia è in grado di raccontare con una potenza assoluta”.

I cassetti della felicità

“Ma allora affoghiamo nei nostri cassetti della felicità, sguazziamoci dentro, apriamoli, soffermiamoci e cristallizziamo quell’attimo per sempre, o anche solo per molto tempo”.

Lù, sono tuo padre!

“Mio padre è così: non parla, sorride.
E se sorride, fa parlare il cuore. Ha scelto, tra tutte le possibilità, di restare in silenzio e sorridermi, alleggerendo, con il solo movimento dell’angolo della bocca, il momento più duro della mia vita”.

Il corpo femminile

“Ho cominciato a sentirmi ospite all’interno del mio corpo, sentire che non era mio davvero, altrimenti avrei potuto farne quello che volevo senza essere giudicata. Io ero semplicemente la persona che se ne doveva occupare.”