Sezione

Serie Tv

Articoli Recenti

Serie tv

Lundini, una pezza sulla TV italiana

“Imboccando una strada poco battuta dalla TV italiana, e capovolgendone come un calzino il linguaggio dominante, il programma Una pezza di Lundini non offre solo una gustosissima parentesi comica nella programmazione serale Rai, ma cerca di dare, della TV medesima, una lettura critica, anzi meta-critica.”

Leggi di più »
Serie tv

Fate: Fate un po’ come volete!

“Ora, sono certo che alcuni di voi lo abbiano letto all’italiana, ma mi spiace informarvi che si tratta della parola inglese FATE (leggasi FEIT), intesa come destino. Sì tranquilli, FERST REACTION SCIOCK!”

Leggi di più »
Serie tv

Diario dalle Mura – Shingeki no Kyojin (L’Attacco dei Giganti)

Nell’universo de “L’Attacco dei Giganti” la razza umana è prossima all’estinzione, minacciata dalla crudeltà di enormi essere, i Giganti appunto, il cui unico scopo è divorare ogni singolo uomo. Rintanatasi all’interno di tre cinta murarie, quel che resta della nostra specie vive all’ombra dell’angoscia di non conoscere più cosa significhi libertà. Non tutti però vogliono arrendersi a questo tragico destino.

Leggi di più »
Serie tv

Bridgerton: sesso a corte

“La sua camminata ciondolante ricorda i ragazzi sullo skateboard nella zona di Hammersmith a Londra, anziché un Duca nel 1813. Apprezzato moltissimo, però, nelle scene in cui il silenzio fa da sovrano e l’unica cosa da fare è insinuarsi tra le lenzuola delle sue donne. Insomma, il Duca fa il suo dovere e verrà amato per le sue doti; di quali, nello specifico, non se ne parla.”

Leggi di più »
Serie tv

Perché mi ha insegnato più Walter White sul cancro di qualsiasi altra cosa abbia visto o letto sul cancro

“Quel frame, quella rapida occhiata al suo riflesso distorto, sono perfette e lo sono perché è esattamente così che ci si sente, quando ti credi ormai spacciato e, invece, no, non lo sei. Mentre ti dicono che va meglio di quanto si creda, in cuor tuo sai che è una buona notizia, ma questo non implica che tu ne sia felice…in quell’istante, non sei né gioioso, né triste, ma non provi assolutamente nulla perché non hai idea di che cosa si debba provare in circostanze del genere.”

Leggi di più »