Controumano: lettera al presidente Spirlì

“È la nostra cultura che ci definisce come esseri umani, non la natura. Ed è proprio in nome di quella cultura che oggi, leggendo il suo intervento, mi sono indignata.”

Pasqua Nova: sintesi di una palingenesi.

“È implicitamente inteso che nell’idea stessa di rinascita vengano incluse – da un lato – la liberazione da qualcosa e – dall’altro- la distruzione di qualcos’altro.
Pensiamo adesso al nostro sfortunato momento storico. È più che scontato asserire che tutti vogliamo liberarci dalla stretta soffocante della pandemia… ma è l’unica cosa di cui dovremmo liberarci? La risposta a questa domanda dipende, a sua volta, dal punto di vista con cui si sceglie di affrontare un’altra questione, che è la seguente: Il Covid19 può essere considerato una causa o un effetto?
Per quanto mi riguarda, la risposta è inequivocabilmente la seconda. Il virus è stato il catalizzatore perfetto di una crisi organica celata nell’ombra della nostra (a)normalità quotidiana”.

Guardare avanti si può: una lezione di vita firmata Asperger

“Io, oggi, vorrei raccontare una storia. Una di quelle storie fatta di persone vere, di emozioni sentite, di vita vissuta. Una storia normale, che proprio per questo merita di essere raccontata. Una storia, questa in particolare, di una mamma per tutte le mamme.”

“Game over”. Il lato oscuro dei social network

“Si parla di giochi, di sfide e livelli, proprio come se fossimo in un videogioco. Tuttavia, in ballo, c’è la vita di persone reali. Inutile negare che di questi tempi il confine tra “virtuale” e “reale” sia sempre più labile, ma esso esiste e non possiamo dimenticarcene.”

L’America si “libera” di Trump… ma non degli americani

“L’America oggi cambia rotta ma non radici e questo, per chi conosce la lunga tradizione politica del Nuovo Continente, lascia spazio ad una sola convinzione: Donald Trump non è affatto un fenomeno isolato, tanto più che potremmo considerarlo l’effetto ultimo (e non la causa), l’espressione più alta e insieme tragica del momento populista negli Stati Uniti.”