SuperNove

Guerra e pace: verso quale futuro?
Guerra e pace: verso quale futuro?

"La guerra come mezzo che giustifica il fine, dunque. Ma “Se è vero che il fine giustifica i mezzi, non c’è e non ci sarà mai una guerra che possa dirsi “l’ultima”.

Quanto vale la tua sofferenza?
Quanto vale la tua sofferenza?

"Guardi fuori. Più ci sentiamo liberi di esprimerci, di star bene, più pratichiamo quella libertà al fine di non sentire su di noi il peso della sconfitta, o degli altri che ci dicono qualcosa con cui non siamo d’accordo o che ci turba."

Ma davvero si fanno dare del “loro”?
Ma davvero si fanno dare del “loro”?

"Se insisto a considerare “sbagliato” un certo pronome o una certa desinenza, sono più propenso a giudicare “sbagliata” anche la persona a cui dovrebbe riferirsi? Quanto è forte il potere psicagogico della parola?"

Nel 2100, il plutonio si compra al supermarket
Nel 2100, il plutonio si compra al supermarket

"Chissà se mio nipote, fra cent’anni, leggendo le riviste di oggi, si chiederà come abbiamo fatto senza auto volanti."

Con Mimmo Lucano. Oggi più che mai, la Calabria ha bisogno di te
Con Mimmo Lucano. Oggi più che mai, la Calabria ha bisogno di te

"Mimmo Lucano riceve una condanna a 13 anni di carcere in primo grado. Spirlì invita a “buttare nel cesso” (cit.) la fiction Rai".

L’utilità dell’inutile.
L’utilità dell’inutile.

"Dunque, non saremo forse noi ad aver reso l’arte inutile? Per la società del progresso scientifico e tecnologico non c’è posto anche per il progresso morale, che si nutre di pensieri e parole, di umanità."

110 e lode, e poi?
110 e lode, e poi?

"Che cosa succede dopo la laurea?
Il “Dopo” è un orizzonte sconosciuto a cui non tutte le facoltà e/o Università ci hanno preparato".

Calabria, un polmone verde da salvare
Calabria, un polmone verde da salvare

"Le indagini condotte, nel corso dall'emergenza, spesso hanno fatto desumere che si trattasse di condotte dolose, provocatrici dell'incredibile numero di incendi e dei conseguenti ingenti danni. È quindi, ancora una volta, l'uomo stesso a distruggere, con estremo sadismo, tutto ciò che tocca".

Insulti come “catene”: chiacchieriamo con Sara Vanni
Insulti come “catene”: chiacchieriamo con Sara Vanni

“Io so rispondere con ironia, ma la sensibilità è differente in ognuno di noi”, mi dice sbalordita e indignata, quasi cercando una motivazione che potesse giustificare l’atteggiamento di queste persone.

previous arrow
next arrow
Guerra e pace: verso quale futuro?
Guerra e pace: verso quale futuro?

"La guerra come mezzo che giustifica il fine, dunque. Ma “Se è vero che il fine giustifica i mezzi, non c’è e non ci sarà mai una guerra che possa dirsi “l’ultima”.

Quanto vale la tua sofferenza?
Quanto vale la tua sofferenza?

"Guardi fuori. Più ci sentiamo liberi di esprimerci, di star bene, più pratichiamo quella libertà al fine di non sentire su di noi il peso della sconfitta, o degli altri che ci dicono qualcosa con cui non siamo d’accordo o che ci turba."

Ma davvero si fanno dare del “loro”?
Ma davvero si fanno dare del “loro”?

"Se insisto a considerare “sbagliato” un certo pronome o una certa desinenza, sono più propenso a giudicare “sbagliata” anche la persona a cui dovrebbe riferirsi? Quanto è forte il potere psicagogico della parola?"

Nel 2100, il plutonio si compra al supermarket
Nel 2100, il plutonio si compra al supermarket

"Chissà se mio nipote, fra cent’anni, leggendo le riviste di oggi, si chiederà come abbiamo fatto senza auto volanti."

Con Mimmo Lucano. Oggi più che mai, la Calabria ha bisogno di te
Con Mimmo Lucano. Oggi più che mai, la Calabria ha bisogno di te

"Mimmo Lucano riceve una condanna a 13 anni di carcere in primo grado. Spirlì invita a “buttare nel cesso” (cit.) la fiction Rai".

L’utilità dell’inutile.
L’utilità dell’inutile.

"Dunque, non saremo forse noi ad aver reso l’arte inutile? Per la società del progresso scientifico e tecnologico non c’è posto anche per il progresso morale, che si nutre di pensieri e parole, di umanità."

110 e lode, e poi?
110 e lode, e poi?

"Che cosa succede dopo la laurea?
Il “Dopo” è un orizzonte sconosciuto a cui non tutte le facoltà e/o Università ci hanno preparato".

Calabria, un polmone verde da salvare
Calabria, un polmone verde da salvare

"Le indagini condotte, nel corso dall'emergenza, spesso hanno fatto desumere che si trattasse di condotte dolose, provocatrici dell'incredibile numero di incendi e dei conseguenti ingenti danni. È quindi, ancora una volta, l'uomo stesso a distruggere, con estremo sadismo, tutto ciò che tocca".

Insulti come “catene”: chiacchieriamo con Sara Vanni
Insulti come “catene”: chiacchieriamo con Sara Vanni

“Io so rispondere con ironia, ma la sensibilità è differente in ognuno di noi”, mi dice sbalordita e indignata, quasi cercando una motivazione che potesse giustificare l’atteggiamento di queste persone.

previous arrow
next arrow

Sii Nova

Fai nova

Pensa Nova

Articoli Recenti
Arte, Moda e Costume
Giuseppe Privitera

Ma davvero si fanno dare del “loro”?

“Se insisto a considerare “sbagliato” un certo pronome o una certa desinenza, sono più propenso a giudicare “sbagliata” anche la persona a cui dovrebbe riferirsi? Quanto è forte il potere psicagogico della parola?”

Continua »
Sii Nova
Mario Giordano

Quanto vale la tua sofferenza?

“Guardi fuori. Più ci sentiamo liberi di esprimerci, di star bene, più pratichiamo quella libertà al fine di non sentire su di noi il peso della sconfitta, o degli altri che ci dicono qualcosa con cui non siamo d’accordo o che ci turba.”

Continua »

Vuoi sapere chi siamo?

Iscriviti alla nostra newsletter

Dispaccio

Inserisci la tua email per iscriverti alla newsletter e ricevere ogni Domenica le notizie della settimana e ciò che ti sei perso su Nova

Nova è casa,
Relazione,
Voglia di mettersi in discussione.
È diversità, confronto e argomentazione,
Voglia di cambiare le cose.
Respirare Bellezza.

Possiamo Farlo Qui Tutti Insieme!
Puoi farlo anche tu!
Vieni e fai parte anche tu di Nova

Il Parco Nazionale dell'Aspromonte avvolto dalle fiamme (agf)

Calabria, un polmone verde da salvare

“Le indagini condotte, nel corso dall’emergenza, spesso hanno fatto desumere che si trattasse di condotte dolose, provocatrici dell’incredibile numero di incendi e dei conseguenti ingenti danni. È quindi, ancora una volta, l’uomo stesso a distruggere, con estremo sadismo, tutto ciò che tocca”.

S.O.S. giovani: un libro, un amen

“La Dad è stata definita la “Caporetto della scuola”: i risultati Invalsi hanno dimostrato scientificamente il paradosso dell’apprendimento. Il piano vaccinale ha, purtroppo, una forte incidenza sulla riapertura delle scuole e delle menti, quindi urge un coinvolgimento di più forze che induca la massa a responsabilizzarsi e consentire la ripresa. Per il bene dei ragazzi, che è il bene della società”.

LA NOSTRA ATTUALITÀ
LA TUA FINESTRA SUL MONDO

Ma davvero si fanno dare del “loro”?

“Se insisto a considerare “sbagliato” un certo pronome o una certa desinenza, sono più propenso a giudicare “sbagliata” anche la persona a cui dovrebbe riferirsi? Quanto è forte il potere psicagogico della parola?”

Continua »

Nova è uno sguardo nel mondo

Scopri le nostre pagine
di Scrittura Creativa

“Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino. Noi leggiamo e scriviamo poesie, perché siamo membri della razza umana. E la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita!”

Robin Williams, da L'Attimo Fuggente

Quanto vale la tua sofferenza?

“Guardi fuori. Più ci sentiamo liberi di esprimerci, di star bene, più pratichiamo quella libertà al fine di non sentire su di noi il peso della sconfitta, o degli altri che ci dicono qualcosa con cui non siamo d’accordo o che ci turba.”

Tutte le volte in cui Dante mi ha insegnato ad essere libera

“Ecco perché, allora, la lettura di Dante Alighieri ci apre ad un modo nuovo di capire il nostro mondo interiore ed esteriore, perché ciò che lui ha fatto è osservare e osservarsi, porsi delle domande. Ma soprattutto, perché la Commedia è, quasi certamente, l’opera letteraria nella quale è più evidente quel meccanismo per il quale ciascuno noi tende a riconoscere la propria storia nelle storie che vengono raccontate per cercare risposte, magari trovare qualcosa che ci riguardi e che sia ancora presente, vicino, vivo.”

Dal cielo cadono sogni

“Mi sono venute in mente tutte le volte in cui ho indossato la libertà.
Ero vestita di parole e pensieri; e i colori erano quelli dei sogni”. 

Dio, non raccogliere dal mio nespolo

“Sai, Dio, quelle crepe sono piccole solo all’inizio. Ma se batti, e batti, e batti, e batti e ancora cazzo batti alla fine le cose si rompono. Le persone si rompono.”

“Dimentica il mio nome”

“Eppure, pur non volendo, tu del male me ne facevi lo stesso, specie quando, bisognoso e fragile, tornavi da me con la coda tra le gambe, un cane abbandonato col pelo ingrigito, infradiciato dalla pioggia”.

Siamo quello che diciamo?

“Come possiamo generare gentilezza, se non siamo, in primo luogo, gentili con noi stessi, prima ancora che con gli altri?”